05 dicembre - Filippo Rinaldi nasce il 28 maggio 1856 a Lu Monferrato, in provincia di Alessandria, nel regno di Piemonte-Sardegna. Figlio pio, cresciuto dai Salesiani in Piemonte, Filippo Rinaldi ha incontrato Giovanni Bosco, che lo ha risvegliato alla sua vocazione.

0 : 00

Dopo aver superato difficoltà psicologiche, a vent'anni era un novizio, poi è diventato prete. Ha vissuto per la prima volta all'ombra di Giovanni Bosco. Nel 1889 fu inviato in Spagna, dove sviluppò le fondamenta salesiane. Tornato in Italia, Filippo Rinaldi si assume grandi responsabilità, pur mantenendo un apostolato sul campo, in particolare confessando. Buon conoscitore dell'anima femminile, ha sostenuto la fondazione dell'istituto secolare delle zelatrici di Maria Ausiliatrice, in seguito note come Volontarie di Don Bosco.

Il grande desiderio di Filippo Rinaldi era quello di attuare e trasmettere la pedagogia salesiana. Nel 1922 divenne Rettor Maggiore della Congregazione. Le diede un forte impulso, soprattutto inviando molti Salesiani nelle missioni. Morì il 5 dicembre 1931 a Torino, all'età di 75 anni. Filippo Rinaldi è stato beatificato da Papa Giovanni Paolo II il 29 aprile 1990.

Giustizia per lo sviluppo dei deboli

Seguite in video gli auguri di Sua Eminenza il Cardinale Tsarahazana Mons. Désiré. "Se vogliamo essere felici, dobbiamo promuovere la giustizia", ha detto monsignor Désiré Tsarahazana durante la presentazione degli auguri per il popolo malgascio. Dio ci ama tutti senza discriminazioni, ecco perché dobbiamo rispettarci a vicenda, aiutare e proteggere i deboli.

Leggi tutto...

Quali salesiani?

Dal 16 Febbraio al 04 aprile 2020, la Congregazione salesiana terrà il Capitolo Generale 28° (CG 28) a Torino-Valdocco. Questo Capitolo presenta due interessanti novità: Il ritorno a Valdocco, a 62 anni dall’ultimo che si svolse presso la Casa Madre dei Salesiani, (il CG18) e soprattutto l’approccio e un  Capitolo Generale che prende il titolo da una domanda « Quali salesiani per i giovani di oggi? »

Leggi tutto...

Animati dalla speranza

Il 29 dicembre è stato pubblicato in cinque lingue il commento ufficiale del Rettor Maggiore, Don Ángel Fernández Artime, sulla Strenna 2021 "Animati dalla speranza: "Ecco, io faccio nuove tutte le cose" (Ap 21,5) lingue: italiano, inglese, spagnolo, portoghese e francese.

Leggi tutto...