Non ci sarà più pietra su pietra

Martedì 24 novembre 2020 — 34a settimana del tempo ordinario — Vangelo di Gesù Cristo secondo San Luca 21, 5-11 — Sii fedele fino alla morte, dice il Signore, e io ti darò la corona della vita.

Leggi tutto...

Mercoledì 07 ottobre 2020 — 27a settimana del tempo ordinario - Vangelo di Gesù Cristo secondo San Luca 11, 1-4 — Avete ricevuto uno Spirito che vi fa figli; è in lui che gridiamo "Abba", Padre.

0 : 00

Abbiamo sentito che Gesù pregava da solo e in silenzio. Senza dubbio possiamo dire che la preghiera è necessaria. Questo è ciò che facciamo andando a pregare insieme in chiesa la domenica e / o tutti i giorni per alcuni, ma è importante avere un momento di preghiera personale. Può essere fatta ovunque ci troviamo; sull'autobus, in ufficio, in treno ... può essere fatta con discrezione. Questo, tuttavia, segnò i discepoli di Gesù. L'esempio che diamo finisce sempre per attirare gli altri, non solo nella preghiera, ma anche in altri ambiti. Ad esempio, una persona che fa attenzione a non gettare rifiuti per strada; qualcuno che prega prima di mangiare in un ristorante o in un fast food ... che fa fare lo stesso alle persone.

Quindi, entreremo nel contenuto della preghiera del Signore, la preghiera che recitiamo quotidianamente. Quando preghi, dice Gesù, dì: "Padre, sia santificato il tuo nome". Questo deve essere spiegato bene in modo che non ci siano malintesi: non sta a noi uomini santificare il nome del Padre in questa preghiera. Infatti, Dio è la fonte della santità. Lui solo è sia santificatore che santo. Pertanto, la frase "sia santificato il tuo nome" in questa preghiera non dovrebbe essere presa alla lettera (CCC 2807). In poche parole, dire questa preghiera significa riconoscere che il nome del Signore è santo ed esprimere il desiderio di essere santi. Papa Francesco ne spiega anche il significato: “In questa invocazione sentiamo tutta l'ammirazione di Gesù per la bellezza e la grandezza del Padre suo, e il desiderio che tutti lo riconoscano e lo amino per quello che è veramente. ". Lo ha detto durante l'udienza generale del 27 febbraio 2019. Significa che "la santità di Dio deve riflettersi nella nostra vita ... Dio è santo, ma se la nostra vita non lo è, c'è una grande incongruenza. ! "

Cari cristiani, la spiegazione di questa preghiera può ancora essere continuata al momento opportuno. Ma per questa condivisione, ringraziamo Dio per quello che potrebbe essere fatto.