Non ci sarà più pietra su pietra

Martedì 24 novembre 2020 — 34a settimana del tempo ordinario — Vangelo di Gesù Cristo secondo San Luca 21, 5-11 — Sii fedele fino alla morte, dice il Signore, e io ti darò la corona della vita.

Leggi tutto...

Sabato 26 settembre 2020 — 25a settimana del tempo ordinario — Vangelo di Gesù Cristo secondo San Luca 9, 43b-45 — Dammi la conoscenza, o Signore, affinché io possa osservare la tua legge e obbedirle con tutto il cuore.

0 : 00

Mentre la folla si meravigliava delle sue azioni, che dimostrano la sua supremazia sul mondo al fine di salvare il suo popolo guarendo i malati, purificando i lebbrosi e dando da mangiare agli affamati, Gesù attirò l'attenzione dei discepoli distogliendo lo sguardo da lui e da questi effetti sorprendenti e annunciando loro: "Il Figlio dell'uomo sta per essere consegnato nelle mani degli uomini". In altre parole, deve attraversare la sofferenza e la morte prima di poter essere risuscitato nella gloria.

È su questa gloria che gli uomini devono concentrarsi, ma si realizzerà solo quando Gesù salirà a Gerusalemme, sarà arrestato e condannato, consegnato alla crudeltà degli uomini, picchiato e incoronato di spine, ridicolizzato e umiliato. Sarà giudicato dagli uomini e sarà giudicato secondo il giudizio umano e condannato a essere crocifisso. Ma è per questa persona che l'ha crocifissa che implorerà la misericordia di Dio Padre.

I suoi discepoli non capivano il significato di quello che diceva su questo cammino che doveva prendere, non volevano che il loro maestro passasse attraverso la sofferenza e la morte. Quello che hanno in mente è che Gesù è il potente Messia che salverà Israele. Ma il vero amore è dare la vita per coloro che si amano, e Gesù è il primo a dare l'esempio di questo amore che viene dato in sacrificio. È quindi per amore verso di noi che ha scelto la via della sofferenza e della morte. È nostro dovere sforzarci di essere degni della nostra vita cristiana perché Gesù l'ha comprata a caro prezzo: ha dato la sua vita. Non indulgiamo nel male, non lasciamoci ostacolare dal peccato, ma doniamoci a Dio come Gesù diede se stesso sulla croce per la nostra salvezza. Amen.