Gli invitati potrebbero essere in lutto ...?

Sabato 4 luglio 2020 - Tredicesima settimana del tempo ordinario - Vangelo di Gesù Cristo secondo San Matteo 9, 14-17 - Le mie pecore ascoltano la mia voce, dice il Signore; Le conosco, e loro mi seguono.

Leggi tutto...

Domenica 28 giugno 2020 - Tredicesima domenica del tempo ordinario - Vangelo di Gesù Cristo secondo San Matteo 10, 37-42 – Discendenza scelta, sacerdozio reale, nazione santa, annunciate le meraviglie di Colui che vi ha chiamato dalle tenebre nella sua luce ammirevole.

0 : 00

Seguire Gesù Cristo non è facile. Ciò richiede un certo atteggiamento.

Innanzitutto, l'abnegazione. In altre parole, amare Gesù soprattutto e più dei nostri cari: genitori, figli e amici. Non possiamo mai prendere la nostra croce senza prima mettere Gesù nei nostri cuori, sopra tutti gli altri, perché è Gesù che dobbiamo seguire. L'amore è un sacrificio, cioè amare Gesù significa essere disposti a dare la vita per Lui, proprio come i martiri della fede hanno accettato la morte per amore di Cristo. È importante notare che Gesù non ha mai detto: "Non amare i tuoi genitori o i tuoi figli", tutt'altro, dobbiamo sempre amarli con tutto il nostro cuore, ma che non siano ostacoli nel nostro cammino con Gesù.

Secondo, Gesù promise che i suoi discepoli sarebbero stati premiati. Solo lui sa quale sia la nostra ricompensa. Premi che non hanno lo stesso valore dei doni che gli uomini ci danno. Dio non può dare altro che se stesso, il suo amore. Ma il suo amore si manifesta in molti aspetti della nostra vita. Pertanto, nel seguirlo, dobbiamo sempre sforzarci di fare il bene. Amen!