Gli invitati potrebbero essere in lutto ...?

Sabato 4 luglio 2020 - Tredicesima settimana del tempo ordinario - Vangelo di Gesù Cristo secondo San Matteo 9, 14-17 - Le mie pecore ascoltano la mia voce, dice il Signore; Le conosco, e loro mi seguono.

Leggi tutto...

26 giugno - Paul e Giovanni sono dei fratelli che godono di grande prestigio nell'antica Roma. Sono presentati rispettivamente come maggiordomo e dignitario di corte di Santa Costanza, figlia dell'Imperatore Costantino.

0 : 00

Secondo la tradizione, l'imperatore Giuliano, determinato a ristabilire il culto pagano, cerca di convincerli a rinunciare alla loro fede cristiana, per paura che la loro fama serva il cristianesimo. Quando rifiutarono, li costrinse a venerare una statua di Giove, ma perseverarono nella loro fede. Vengono così decapitati e sepolti segretamente nello scantinato della loro casa, situata sul Monte Celio. Il loro martirio avrebbe quindi portato alla conversione di Terentiano, il giudice che li condannò a morte.

I corpi dei santi vengono successivamente scoperti da Bisanzio e suo figlio, il senatore Pammaque, nominato dall'imperatore Gioviano. Nel 398, Pammaque fece erigere la Basilica dei Santi Giovanni e Paolo sul sito della loro casa, sul Monte Celio, dove furono sepolti. Da allora in poi, Giovanni e Paolo sono onorati come santi e i loro nomi sono inclusi nel messale romano. I due santi sono particolarmente venerati nei paesi di lingua tedesca, dove vengono invocati contro tempeste e condizioni meteorologiche avverse.

Contenuto soggetto a licenza CC-BY-SA. Fonte: articolo  su Giovanni e Paolo su Wikipedia in italiano (autori).