Il Figlio dell'uomo va, come è scritto

Mercoledì 8 aprile 2020 - Mercoledì Santo - Vangelo di Gesù Cristo secondo San Matteo 26, 14-25 - Salve, o Cristo nostro Re: obbedendo al Padre, come l'agnello condotto al macello, consenti di essere condotto sulla croce.

Leggi tutto...

23 marzo - Nato il 16 novembre 1538 a Mayorga nella provincia di León, in Spagna, fu nominato, sebbene laico, presidente del Tribunale dell'Inquisizione a Granada dal re Filippo II di Spagna nel 1572. Otto anni tardi, ancora laico, fu nominato arcivescovo di Lima, allora capitale del vicereame del Perù.

0 : 00

Riceve il sacerdozio e si imbarca per la sua diocesi dove arriva il 24 maggio 1581. Al suo arrivo, ne misura l'estensione e deplora la mancanza di sacerdoti e la miseria della popolazione, sfruttata dai coloni.

Turibio percorre l'immenso territorio di cui è responsabile, contatta gli abitanti, cerca di alleviare la miseria degli indiani e si scontra con l'autorità del re di Spagna. La sua diocesi è grande quanto metà della Francia. La visita tre volte. La sua prima visita dura sette anni. Il clero è poco e di scarsa qualità, la popolazione miserabile e sfruttata dai coloni.

Turibio attraversa instancabilmente la sua diocesi, entrando in contatto con tutti e alleviando gli indiani nel miglior modo possibile. Dovendo riformare ed educare il clero, fonda seminari, tra cui quello di Lima, il primo seminario in America Latina, costruisce chiese e scuole, indice sinodi. Costruisce cappelle, conventi, strade, scuole, ospedali, spostandosi per lo più a piedi, sfidando tempeste di vento, malattie e animali selvatici. Malato, morì a Santa, il 23 marzo 1606.